l’uomo delle mandorle

L’uomo delle mandorle – Minervino Murge, Puglia

Ho incontrato quest’uomo per caso, mentre esploravo il bellissimo centro storico di Minervino Murge, un piccolo comune di circa 9000 abitanti nella murgia barese, in Puglia. Seduto fuori dalla sua casa, con una spianatoia appoggiata su due sedie di legno, puliva le mandorle dalla corteccia ormai secca e poi con un colpo di martello ne rompeva il guscio per ricavarne il frutto, prezioso ingrediente della cucina pugliese, soprattutto per dolci e pasticceria.

Ovviamente mi hanno colpito subito i suoi folti baffi bianchi e le sue mani segnate e quasi deformate dal duro e ripetitivo lavoro.

Dopo un pò di diffidenza iniziale, credendo di essere davanti al solito turista a caccia di immagini per i social, l’uomo si è poi aperto completamente al dialogo quando gli ho detto che ero un fotografo a caccia di storie da raccontare e che avevo voglia di fargli un ritratto.

Così mi ha raccontato di come, ogni giorno, scendesse a piedi nella valle della murgia, secca e pietrosa, a raccogliere le mandorle dagli alberi nei campi abbandonati. Un percorso lungo e faticoso, soprattutto al ritorno con i sacchi pieni di mandorla.

Quel bastone in legno, appoggiato sulla bianca ringhiera dietro di lui, racconta gia di tante discese e salite tra le bianche rocce e i secchi arbusti della campagna.

E poi quelle mani, segnate e quasi deformate dal continuo lavoro. Un a scena molto fotogenica che non potevo non fotografare.

Per lui, quelle mandorle, sono l’unica fonte di guadagno, visto che dopo averle sgusciate le potrà vendere ai commercianti locali. Un’attività che lo ripaga e lo appaga nello scorrere lento e silenzioso della vita in questo paese del sud.

Tutte le foto sono state scattate con la mia Leica Q.

 

 

Leave a comment